Marmi ed altri Materiali

Piano cucina: meglio il marmo o il granito?

Piano cucina in marmo e granito

Decidere quale sia il miglior piano cucina su cui investire è una scelta che richiede molta attenzione in quanto entrano in gioco tanti fattori che riguardano, non solo estetica e design ma anche resistenza, funzionalità e caratteristiche. Un buon piano lavoro cucina deve essere quindi resistente, pratico, funzionale per soddisfare le diverse esigenze. Esistono diversi materiali in grado di rispondere più o meno efficacemente a questi requisiti.

Dunque come scegliamo al meglio il piano da cucina?

Innanzitutto individuiamo i materiali più adatti e le caratteristiche per un piano di cucina top, distinguendo i piani di marmo o di granito.

Quali sono le differenze tra piani lavoro cucina in marmo e in granito?

Un top cucina deve garantire igiene e resistenza al calore, alle macchie e ad un uso intensivo. Principalmente un top cucina in granito è più resistente e longevo, mentre un top cucina in marmo è più pregiato ma meno resistente all’umidità.

I piani di lavoro in marmo sono apprezzati per caratteristiche estetiche grazie ad inconfondibili diversificazioni cromatiche. Igienico e affidabile un piano di lavoro in marmo. Il marmo è una roccia calcarea cristallina, composta principalmente da carbonato di calcio., è una scelta impegnativa perché richiede cura e attenzione in quanto non assorbe i liquidi, ma è sensibile agli acidi alimentari come limone e aceto, e può essere rigata facilmente. Le macchie degli alimenti vanno tolte immediatamente, con acqua tiepida e sapone. I marmi sono resistenti alla compressione, ma attenzione ad appoggiarvi pentole e padelle molto calde.

Un piano in granito è un materiale più funzionale e resistente. Il granito è una roccia ignea, si forma dalla colata di lava o magma, raffreddata, è al 100% naturale ed ha una struttura granulare. E’ disponibile in tantissimi colori, dal rosa al grigio, dal marrone al nero. La miriade di tonalità in cui è possibile averlo lo rende adatto a qualsiasi tipo di arredamento, alla cucina classica come a quella moderna. I graniti non si graffiano, sono idrorepellenti, non assorbono oli e grassi e non hanno paura degli acidi.

Il granito ha cromaticamente dei colori differenti rispetto al marmo ma sicuramente offre una maggiore capacità dovuta alla sua consistenza di resistere ad urti, caldo, e sostanze organiche come olio, aceto. Questo è sicuramente un punto particolarmente rilevante al momento della scelta del proprio piano cucina ideale. È sempre utile prestare sempre un minimo di attenzione a tutte le sostanze organiche che possano entrare direttamente in contatto con il piano di lavoro indipendentemente dalla scelta del materiale.